Destinazioni,  Europa,  Italia

Dolomiti Bellunesi: cosa fare in Val di Zoldo e Val Fiorentina

Le Dolomiti Bellunesi, patrimonio dell’umanità UNESCO, sono un paradiso alpino che incanta i visitatori con la loro bellezza incontaminata. Tra le valli più affascinanti e autentiche di questa zona si distinguono la Val di Zoldo e la Val Fiorentina, luoghi che offrono esperienze uniche immerse nella natura delle Dolomiti.

La Val di Zoldo è un gioiello circondato da imponenti cime rocciose, il Pelmo e il Civetta,  e boschi lussureggianti. Ma oltre alle maestose montagne, in valle ci sono dei borghi molto belli da riscoprire, come ad esempio Fornesighe. L’abitazione tipica qui è il tabià. Un’antica costruzione in legno adibita un tempo a fienili e sorretta da un piano terra di pietre.

Non si può venire qui senza provare la cucina zoldana. A cominciare dal gelato artigianale dei gelatieri di Fornesighe che da fine Ottocento esportano in tutta Europa bontà senza eguali. La magia di questo gelato si forma grazie alla forza delle braccia, dallo spaccare il ghiaccio per raffreddare la miscela, al girare la manovella del mantecatore, finchè la dolce amalgama non è pronta per essere trasferita nella sorbettiera. Noi lo abbiamo assaggiato nella sala polifunzionale dell’associazione culturale Al Piodech Zoldan. L’edificio, sorto intorno al 1880, era un ex latteria, ora restaurata. Sulle pareti esterne c’è un grande affresco raffigurante gli antichi mestieri del luogo, al piano terra si possono osservare gli antichi strumenti per la lavorazione e la trasformazione del latte; il piano superiore invece, viene utilizzato come spazio per ospitare mostre temporanee, manifestazioni e si può ammirare la collezione di maschere in legno provenienti dalle diverse edizioni del tradizionale Carnevale detto “La Gnaga” che si svolge abitualmente nel primo fine settimana di febbraio. Le protagoniste sono proprio le maschere lignee. Chi è appassionato di scultura e artigianato potrà vedere all’opera gli artisti mentre intagliano le maschere in legno che verranno indossate il giorno di Carnevale.

Da provare assolutamente i casunziei, ovvero dei ravioli ripieni, al ristorante Nona Giò che propone menù che cambiano mensilmente con varie alternative anche per vegetariani.

  • Escursioni e trekking: Gli appassionati di escursionismo possono avventurarsi lungo i sentieri ben segnalati che conducono a vette panoramiche come il Monte Pelmo e il Monte Civetta. I paesaggi di alta quota regalano panorami indimenticabili sulla Val di Zoldo e sulle cime circostanti. Noi abbiamo fatto una bellissima ciaspolata fino a Cima Fertazza. Noleggio attrezzatura da Ski Service Lorenzini. Pranzo al Rifugio Belvedere a 1100 metri di altezza.
  • Cultura e tradizioni: La Val di Zoldo conserva con orgoglio le sue tradizioni culturali. Un must è la visita al Museo Vittorino Cazzetta a Selva di Cadore, che offre un’affascinante incursione nella lunga storia delle ere geologiche che ci hanno portato a vedere oggi le Dolomiti. Tra queste montagne sono state ritrovate anche impronte di dinosauri che possono essere osservate grazie ad un calco dimensione 1:1. Nel museo si trova anche l’uomo di Mondeval, lo scheletro di un cacciatore risalente a 7500 anni, fa in perfette condizioni.

Se siete amanti della natura e degli animali vi consiglio una bella passeggiata a cavallo tra i boschi. Noi ci siamo affidati a Zoldo Mountains, si trova in località Palma a Pianaz di Zoldo.

Vi sembrerà di vivere una fiaba.

Consigli pratici per i viaggiatori:

  • Stagioni consigliate: L’estate è ideale per escursioni e attività all’aperto, mentre l’autunno regala paesaggi incantevoli con i colori delle foglie che cambiano. L’inverno è perfetto per chi ama la neve e le attività ad essa collegate.
  • Alloggio: Numerosi hotel, rifugi e bed and breakfast offrono sistemazioni accoglienti e autentiche. Noi abbiamo alloggiato nell’hotel Maè ( info@residence-panorama.net )
  • Trasporti: È consigliabile avere un mezzo di trasporto proprio per esplorare liberamente le valli e le cime circostanti.

La Val di Zoldo e la Val Fiorentina, incastonate nelle Dolomiti Bellunesi, sono destinazioni che catturano l’essenza della montagna e offrono esperienze indimenticabili. Tra paesaggi mozzafiato, tradizioni autentiche e attività outdoor, queste valli rappresentano un tesoro da scoprire per chi cerca un viaggio immerso nella natura e nella cultura delle Dolomiti.

Per ulteriori informazioni vi rimando al sito dell’ufficio turistico www.valfiorentina.itwww.valdizoldo.net